Piattaforma di e-learning: come scegliere la più efficace nel digitale

Piattaforma di e-learning: come scegliere la più efficace nel digitale

Scegliere la migliore piattaforma di e-learning per accrescere le proprie competenze digitali non è cosa semplice considerando l’ampio ventaglio di scelta disponibile oggi sulla rete. Cerchiamo dunque di fare chiarezza su quelle che sono le principali caratteristiche che una piattaforma e-learning deve possedere per dimostrarsi un efficace strumento di apprendimento online.

 

I vantaggi dell’e-learning per coprire il gap digitale

La tecnologia emergente e il cambiamento delle competenze hanno lasciato ai datori di lavoro ruoli non coperti, minacciando la produttività, l’efficienza e la crescita futura. L’ultima edizione della ricerca Manpower Talent Shortage che analizza annualmente la carenza di talenti conferma, non a caso, come le competenze tecnologiche siano tra le più difficili da reperire. Prima di addentrarci nell’analisi delle caratteristiche presenti in una piattaforma di e-learning ben strutturata è interessante riassumere i vantaggi che la formazione online offre ad aziende, pubblica amministrazione e privati che sempre più si rivolgono a questa tipologia di didattica per colmare il gap digitale.

I corsi di formazione sviluppati in modalità e-learning costituiscono una valida soluzione per l’acquisizione veloce di conoscenze, in quanto richiedono sino al 60% in meno di tempo per la fruizione rispetto alla formazione in aula. Inoltre, consentono un maggiore controllo sul processo di apprendimento che può essere fruito senza la necessità di trovarsi fisicamente in un luogo predeterminato e ripreso in diversi momenti secondo necessità, ciò determina un tasso di ritenzione maggiore rispetto alla formazione faccia a faccia. Questi corsi sono più mirati ed efficaci (il microlearning, pillole di nozioni impartite in maniera smart, rappresenta attualmente uno delle formule di apprendimento più apprezzate). Infine, la formazione a distanza riduce gli spostamenti contribuendo ad abbattere le emissioni di CO2.

 

Quali sono le caratteristiche da valutare per scegliere la migliore piattaforma e-learning

Le piattaforme e-learning hanno cambiato il modo di fare formazione offrendo nuove possibilità di accesso alle competenze. Visto l’ampia gamma di scelta potrebbe però risultare complesso decidere quella più adatta alle proprie esigenze. In ogni caso, una buona piattaforma di e-learning deve possedere alcune caratteristiche di base, a seguire le principali:

 

1. Accessibile

Oggi come oggi, abituati alla fruizione in mobilità di qualsiasi tipo di contenuto nonché alla sua disponibilità a porta di mano h24, una buona piattaforma per la formazione online non può prescindere dall’essere usufruibile anche da mobile. La flessibilità legata all’accessibilità diventa dunque un fattore discriminante nella scelta del servizio e-learning in relazione al fatto che gli utenti vogliono essere in grado di apprendere ovunque e sempre quando a loro possibile. A tal proposito si sono rivelati molto apprezzati dai corsisti formati che consentono fruizioni veloci come mini-video o podcast (si parla di microlearning).

 

2. Facile da usare

La scelta migliore dovrebbe essere indirizzata verso soluzioni di piattaforme e-learning web-based, ovvero accessibili da browser senza la necessità di scaricare e installare alcun tipo di software eliminando anche la necessità di effettuare gli eventuali aggiornamenti. La piattaforma di e-learning dovrà poi presentare un design chiaro che consenta una navigabilità semplice e intuitiva tra i vari ambienti configurati. Alcune piattaforme presentano anche sezioni introduttive e tutorial ‘How To’, che permettono facilmente di comprendere come muoversi al loro interno.

 

3. Prevede sistemi di valutazione e monitoraggio dei progressi

Una piattaforma di e-learning efficace deve prevedere quiz e altri moduli di valutazione. Questi strumenti non solo consentono all’azienda e all’utente di identificare i punti di forza e di debolezza, ma aumentano anche il coinvolgimento del corsista all’interno del percorso formativo. Associando ai moduli di valutazione una funzionalità di monitoraggio del pregresso si avrà la possibilità di tracciare in modo accurato i progressi formativi fatti. Diverse piattaforme di e-learning sono in grado di generare report personalizzati sullo stato di avanzamento i quali possono essere da stimolo per eventualmente migliorarsi in aree specifiche e magari intraprendere nuovi corsi online o più impegnativi.

 

4. Rende l’apprendimento avvincente

Infine, offrire formati per l’apprendimento a distanza coinvolgenti deve essere un imperativo per ogni piattaforma e-learning di buon livello che, come minimo, dovrebbe consentire di caricare e avere accesso a documenti, pdf, immagini, file audio, file video, sessioni di lezioni in tempo reale. Oggi la tecnologia ci consente di andare anche oltre offrendo il proprio aiuto per compensare l’assenza del contatto diretto tra corsista e docente e tra corsisti impegnati nello stesso percorso formativo in maniera più avvincente. Aule virtuali consentono agli utenti di collaborare tra loro attraverso progetti di gruppo chattando nei forum, partecipando a test e competendo per i punteggi più alti nella classifica. In futuro, la classe virtuale dovrebbe espandersi verso tecnologie avanzate come l’intelligenza artificiale (AI) e la realtà virtuale (VR).

CTA-Digital-Mindset